mercoledì 22 agosto 2007

Partito della Libertà? Uno scherzo!!!




Neanche un giorno di vita per il simbolo e nome del "Partito della Libertà" e nel centro-destra italiano si scatena il putiferio ed un "fuggi fuggi" generale.
Dalle pagine dei quotidiani e dei telegiornali una marea di distinguo, prese di distanza e come se non bastasse si è già trovato il colpevole:

Michela Brambilla dei "Circoli della Libertà"


Come al solito mi piace riportare alcune dichiarazioni rilasciate oggi sul Corriere della Sera da alcuni esponenti del Centro Destra:

Marcello dell'Utri, anche se in passato non ha sempre avuto parole di appoggio alla Brambilla: «È un partito in più, ci sta - dice Dell'Utri -. Non ci vedo nulla di male - aggiunge -. Questo è un partito in più. Se ne fanno da 0,02%. È un valore aggiunto quindi, non al posto di Forza Italia».



Roberto Formigoni «se i circoli della libertà vorranno diventare un partito, la decisione dovrà essere presa tutti insieme dai partiti che vorranno dar vita ad una nuova alleanza di centrodestra».

Ferdinando Adornato, intanto , racconta che «nella primavera del 2005, quando è cominciato il percorso costituente, ho registrato il marchio "Partito della libertà" di cui - dice Adornato - ero coordinatore.

«Ma quale partito! Questo della Brambilla - spiega Pionati dell'UDC - mi sembra di più una lista civetta. Di questi partiti - aggiunge il centrista - ne possono nascere uno a settimana, visto che lasciano il tempo che trovano».

Bondi: Michela? Ricordi che la politica è cultura e umiltà
Il coordinatore di Forza Italia: non ho nulla contro di lei ma a volte si lascia andare a battute ineleganti

«La Lega sarà sempre contraria alla nascita di un partito unitario» del centrodestra. Lo ha dichiarato Roberto Calderoli. «La nostra posizione è chiara - ha detto il Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord - Noi siamo sempre stati, e lo saremo anche adesso, contrari al partito unitario del centrodestra. Se Fi e An vogliono, se lo facciano loro».

«Ricucinando sempre gli stessi avanzi, non viene fuori una buona minestra...». Rocco Buttiglione, presidente dell'Udc, usa una battuta per commentare l'ipotesi di costituire il partito unitario della Cdl, sponsorizzato da Silvio Berlusconi.

Sull'ipotesi di un partito unitario è intervenuto anche il Presidente dei senatori di An, Altero Matteoli: «La necessità di fare un partito unitario del centrodestra c'è. Ma bisogna vedere se c'è anche la volontà politica di realizzarlo». «Il punto è capire se Berlusconi vuole sedersi attorno a un tavolo per costruire questo soggetto unitario o se da parte di Fi, almeno da parte di alcuni dirigenti azzurri, ci sia l'intenzione di fare un soggetto unico annettendo gli altri partiti alla stessa Forza Italia».

E pensare che non ci sarebbe nulla di male e forse sarebbe una grande svolta per la politica italiana insieme a quella del Partito Democratico...

8 commenti:

Demonio Pellegrino ha detto...

Il problema è, come purtroppo spesso accade con il Berlusca, il modo: credo che siano in molti a ritenere che il PDL sia l'unica via per il centrodestra post-berlusconiano. E credo che possiamo tutti essere d'accordo che se il partito unico non lo fa Berlusconi prima di andarsene, non lo fara' nessuno. Per cui, ben venga. Pero' queste critiche dall'interno di FI dovevano essere messe in conto...mi sorprende la Lega.

Il mio sogno e' che si vada a votare alle prossime elezioni tra la Brambilla e la Bindi...

http://demoniopellegrino.blogspot.com

- ha detto...

Quando la politca annaspa nella vuotezza, con iniziative che rifanno il verso agli avversari (dotate di un "non-sense" già di base),con un'accozzaglia di idee e slogan dove mettere d'accordo due o tre leader o viceleader tra loro sembra impresa ciclopica (anche solo su di un simbolo)...bèh tutto questo valzer di accomunamenti e dissociazioni nulla ha a che vedere con una sana opposizione ad una sinistra che non sta mantenendo fede all'impegno di "repulisti" generale dagli scempi e dagli orrori del quinquennio pseudodittatoriale berlusconiano. Avanti così e benvenuto sfacelo settembrino..

Franca ha detto...

Incredibile, ma vero: concordo con uno dell'UDC!

Vax ha detto...

Berlusconi è la forza trainane del centrodestra, quindi bene o male alla fine può fare quello che vuole, tanto i vari partiti della sua coalizione continueranno a piegarsi, perchè senza Silvio andrebbero da poche parti. Magari sarebbero più credibili, ma andrebbero da poche parti.

Ora non rimane che aspettare l'inno del nuovo partito, che naturalemente verrà composto da Apicella in compagnia del Cavaliere.

Spartacus Quirinus ha detto...

OT ho linkato Polis sul mioblog
http://spartacusquirinus.iobloggo.com/
spero vorrai contraccambiare

visitate_REGGIOSUD ha detto...

http://www.reggiosud.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Ma sai che paura il partito unico? Sarebbe la fine dei ricatti dei partitini col 3%...

http://ondatheta.myblog.it

Giuseppe C. ha detto...

Bene la Brambilla! Se fa così paura vuol dire che c'è vento di novità nella destra italiana! Spero solo non si faccia abbindolare da neofascisti e leghisti, o dovrò continuare a votare destra solo perchè la meno peggio!