venerdì 21 settembre 2007

Una distanza incolmabile...

Una distanza incolmabile si sta evidenziando sempre più tra politici e cittadini.
Non c'è pace per la "casta", questi sono giorni di attacchi frontali con Grillo, Santoro, Sabina Guzzanti, Travaglio e Antonio Ricci.
Quando la tempesta passerà ai cittadini rimarrà un'immagine desertificata, indignazione, nausea, diffidenza in parole semplici una senzazione di "schifo" verso l'arte nobile della politica.
Non è che prima di Grillo e company la distanza tra politici e cittadini sia stata diversa, ma ora sta venendo fuori un "bollirone" pazzesco.
Ieri addirittura nella trasmissione "Anno Zero" che ha registrato un numero di ascolti superiore a Miss Italia, il buon Travaglio si rivolge all'on. Polito dell'ulivo (ex direttore del riformista) facendogli presente della gravità delle sue parole, in pratica l'on stava dando ragione a Grillo per i contenuti della sua critica; un Governo che non governa, un Parlamento inefficiente e una politica piena di vizi e sollazzi.
Dal Corriere della Sera in una nota di oggi si legge:

Aereo di stato: Rutelli fa causa a 'L'Espresso'
Il vicepresidente del Consiglio ha dato mandato per un'azione civile nei confronti del settimanale sulla vicenda del viaggio al Gran Premio di Monza sull’Airbus presidenziale.

Tutto finirà in tribunale. Attraverso l’avvocato Luca Petrucci, il vicepresidente del Consiglio Francesco Rutelli ha reso noto di aver dato mandato ai propri legali di intraprendere una azione civile per «il risarcimento dei gravissimi danni morali e materiali causati dalle notizie false e diffamatorie contenute nell’articolo pubblicato dall’Espresso - in edicola domani e oggi online sul sito del settimanale - che ha denunciato la vicenda del viaggio al Gran Premio di Monza sull’Airbus presidenziale».

Ma stiamo scherzando!!!!!!!!!!!!!!
Anche se l'Espresso avesse esagerato, vi sembra il momento di una querela su un argomento così degradante per i politici.
Questo non è il momento della querela, questo è il momento della partecipazione politica e di rimboccarci le maniche e farebbero bene i nostri politici a fare silenzio in rispetto a chi tutto il giorno si fa un gran sedere per tirare avanti !!!!

In conclusione tengo a precisare che non mi piace il Grillo politico o il Santoro che da onorevole ha sistemato i suoi problemi personali e lavorativi.
Io cerco di analizzare e criticare con calma e pazienza i dati reali e di non "urlare" come si fa davanti ad una telecamera.

6 commenti:

Antonio Candeliere ha detto...

Condivido la tua analisi

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Rutelli è patetico.

Gli altri.... basta vedere il Governatore della Liguria Burlando su cui ho fatto un post....

Luca ha detto...

Io credo che la gran parte dei nostri politici conservi una speranza che al tempo stesso è per loro una certezza: l'italiano dimentica tutto. Non uso parole di malattie, perchè le trovo non adatte alla politica e perchè in questi giorni sono state inflazionate. Questa è la mia convinzione, l'italiano dimentica tutto. Guardo al passato e vedo ciò, altrimenti non si spiegherebbero politici corrotti, condannati, presi con le mani nella marmellata e poi messi di nuvo al potere. Penso a Berlusconi e a tutti i suoi scandali, dal conflitto di interessi, a Sme, ai decoder del digitale terrestre, alla collusione mafiosa. Ripenso al precedente governo Prodi fracassato da Rifondazione e con la quale si sono ripresentati. Penso all'intervento dei nostri tornado in Kosovo quando king D'Alema disse alla stampa che l'Italia dava solo le basi (per quell'attacco il governo non passò neppure in parlamento... e siamo in una Repubblica parlamentare). Io tutto ciò lo trovo impressionante, e il brutto è che noi siamo andati nuovamente a votare questa gente (io per primo,non ricordando al momento del voto tutto ciò e altro).Come si fa? Altro che Grillo e liste civiche da specchietti per le allodole, bisognerebbe avere più memoria e manifestare un dissenso civile per mezzo del non voto. Ciao, post interessantissimo! I miei complimenti per il tuo blog, mi fa piacere linkarti. A prestooooo

Franca ha detto...

@ Luca:
"Ripenso al precedente governo Prodi fracassato da Rifondazione e con la quale si sono ripresentati. Penso all'intervento dei nostri tornado in Kosovo quando king D'Alema disse alla stampa che l'Italia dava solo le basi (per quell'attacco il governo non passò neppure in parlamento..."

Un paio di considerazioni:
1) Rifondazione ha fracassato un governo di cui NON FACEVA PARTE perchè è andata alle elezioni con una propria lista e un proprio programma.
Dov'erano quelli che avrebbero dovuto sostenere il Governo di cui facevano parte?
2) Rifondazione ha votato contro proprio a quell'intervento in Kossovo che mi sembra di capire che pure tu non condividi.

Non ti sembra un po' contraddittorio criticare entrambe le cose?

3) Do po il voto contrario di Rifondazione, non è che siamo andati a votare, ma la legislatura è terminata con successivi governi presieduti da D'Alema (guarda il caso cosa combina!) e Amato.
E se dopo cinque anni di governo di centro-sinistra la gente ha votato Berlusconi, ci sarà pure da chiedersi perchè sia avvenuto.
O no?

Andrea ha detto...

Ciao, complimenti per il blog, ti invito a visitare il mio:
www.civitaweb.blogspot.com
se ti piace ti propongo uno scambio link...
buona domenica a tutti!

Anonimo ha detto...

ho letto che fai scambio link,se ti va di aggiungere anche il mio aggiungo il tuo… www.agloco-ciao.blogspot.com …fammi sapere a aglocolink@interfree.it …grazie in anticipo.