giovedì 8 novembre 2007

Il multimediale è pericoloso...

Entrare in Internet è sempre più un modo per evadere dalla quotidianità e per provare emozioni estreme a volte incontrollate.
Giovani che in assoluto anonimato possono inserire video e foto violente, istigando così a superare la barriera della realtà e del senso del limite in molti soggetti sensibili, potenziali criminali.
Non voglio esagerare, ma non possiamo dimenticare che il video terrificante inserito dallo studente finlandese è stato cliccato e visto per più di 100.000 volte prima della strage tristemente annunciata.
In una società dove i crimini si verificano sempre più in ambienti familiari ed amicali, internet e il mondo multimediale hanno la loro responsabilità.
Un controllo maggiore e una verifica sui contenuti inseriti liberamente è doverosa !!!

Non intendo indicare la censura come soluzione al problema, ma mi rendo conto e non ci vuole tanto per vedere, che questo pianeta etereo è sempre più un rifugio, una valvola di sfogo per tante persone, anche psicolabili o diciamo "sensibili".
Chiunque può accedere liberamente a tante "community", chat, in modo anonimo o dando false generalità nella registrazione.
Con tutte le milioni di registrazioni giornaliere in web, chi ha tempo per fare le verifiche necessarie ???
Purtroppo ci si accorge del guaio sempre tardi e prima o poi arriverà qualcuno che darà un bel giro di vite a questo paradiso ideale e allora saremo tutti più vincolati e meno liberi.
Prevenire è sempre meglio che curare, questo è un messaggio alle autorità che possono intervenire e scongiurare una futura censura possibile ed ingiusta.

2 commenti:

Luca ha detto...

Se non dei veri e propri filtri almeno un maggior controllo.Cliccare un video del genere mi fa pensare che in rete come nella vita reale c'è tanta troppa gente strana.E lo "strana" ovviamente è un eufemismo.Complimenti come sempre per il blog,e grazie1000 per i tuoi commenti!Un caro saluto, lu

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

in realtà ogni video di youtube dovrebbe passare prima il vaglia della amministrazione di youtube appunto. Strano che non abbiano fermato il video prima.