sabato 1 dicembre 2007

Azouz perde il pelo ma non il vizio...


Il Tunisino Azouz Marzouk, "star della strage di Erba" è stato arrestato per spaccio di droga nel comasco.
Come non ricordare il celebre tunisino al quale hanno ucciso il figlio, la moglie, la suocera e la vicina di casa l'anno scorso ad Erba.... lui, già pregiudicato per spaccio di stupefacenti e andato alla ribalta grazie alla disgrazia della sua famiglia non aveva perso tempo allora, dando l'esclusiva dei funerali al fotografo Fabrizio Corona.
Azouz nel proseguo del 2007 diventò un personaggio mediatico grazie all'amicizia di Corona e dell'agente di spettacolo Lele Mora, partecipò a tante puntate della trasmissione "Matrix" e non c'era programma in tv che non lo cercasse.
Ultimo scoup lo voleva come protagonista nell'Isola dei Famosi 5, ma almeno lì il produttore Gori e la Ventura smentirono i contatti avuti (sicuramente,ma non mensionabili per decenza).

Inizia così un altro capitolo del tunisino di Erba, ma accanto nella cella del carcere ove sono rinchiusi i carnefici dei suoi familiari; vi riporto qui di seguito la notizia presa dal "Corriere della Sera" on-line:

Arrestato Azouz per spaccio di droga

Il tunisino fermato con altre 6 persone su ordine della procura di Como. Altre 2 ordinanze eseguite in carcere

COMO - Il tunisino Azouz Marzouk, 36 anni, divenuto celebre dopo il massacro di Erba, è stato arrestato insieme ad altre 6 persone per spaccio di droga dalla Guardia di Finanza su ordine della procura di Como.



Complessivamente le ordinanze di custodia cautelare sono 10 di cui 2 eseguite in carcere, mentre un altro indagato deve essere ancora arrestato. L'unica donna indagata è stata posta agli arresti domiciliari. L'indagine andava avanti dal 2002. Tra gli arrestati anche il fratello di Azouz, Sadok.
L'INDAGINE
- L'operazione, scattata all'alba, ha portato all'arresto di Marzouk non lontano dalla sua abitazione dove i carabinieri, la notte della strage dell'11 dicembre scorso, cercavano il tunisino. A Marzouk gli uomini delle Fiamme gialle contestano una serie di episodi che partono dal 2002 e sono relativi allo spaccio di droga che, presumibilmente, veniva importata dalla Tunisia e poi spacciata attraverso diversi canali nell'intera Lombardia.
In realtà, secondo quanto emerge, Azouz negli ultimi tempi non avrebbe spacciato materialmente la droga, prevalentemente cocaina, ma si sarebbe limitato a prendere telefonicamente le ordinazioni degli stupefacenti. La vendita diretta della droga sarebbe avvenuta invece nel periodo tra l'agosto e il dicembre del 2006, quando sarebbe stata poi interrotta dalla strage di Erba.
Azouz dovrebbe essere teoricamente portato nel carcere di Como, ma è improbabile che questo avvenga, in quanto è lo stesso carcere in cui ci sono Olindo Romano e Rosa Bazzi, i coniugi che hanno ucciso, tra gli altri, sua moglie e suo figlio.

4 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Oramai i limiti della decenza da parte dei media sono stati ampiamenti valicati e non so come si riuscirà a fermare questo delirio.

Adesso immagino programmi trash tipo "la vita in diretta" che parleranno di questo essere in carcere e di tutta la sua storia passata ecc....

Sono naueato.

Arte ha detto...

già i media ci marceranno sopra parecchio... l'unica cosa che possiamo fare è spegnere la tv :(

Jessica ha detto...

A proposito della strage di Erba, dai un’occhiata a questo articolo, molto profondo e critico nei confronti dei media.
Saluti

http://www.settimopotere.com/index.php?option=com_content&task=view&id=112&Itemid=31

Madra ha detto...

Well written article.